di Calexandrìs

A OGNI ILLUSIONE CORRISPONDE UNA DELUSIONE UGUALE E CONTRARIA
(si vede che ho studiato fisica, vero?)

Quando tu confessi una cosa che ti sta a cuore a qualcuno.

Un qualcuno che l’anno scorso ti ha abbondantemente riempito le orecchie con le sue storie di corna matrimoniali.
Un qualcuno che si è appoggiato a te.
Un qualcuno che ti ha fatto perdere tempo.
Un qualcuno che più volte ha magnificato la vostra nuova amicizia.

Quando il qualcosa che tu confessi è una cosa seria.
Una cosa grave.
Una cosa vera, con la concretezza che soltanto le cose vere hanno.

Quando questo qualcuno non si rende conto di come stai, o meglio, non è interessato a come stai.
Allora, e solo allora, scopri che non era un amico.
Che non era interessato.
Che non è una bella persona.
Che ti sei, vagamente, sbagliata.
Che probabilmente aveva altre mire e che non ci ha provato solo perché ha inequivocabilmente capito che non eri disponibile.

Allora ringrazi perchè non hai investito energia in quell’amicizia; e soprattutto ringrazi quella filosofia di vita che ti accompagna da un po’ di tempo e che ti insegna che l’unico modo per non rimanere delusi è non restare illusi.
Allora, invece di arrabbiarti puoi scuotere la testa, e le spalle.
Allora puoi scuoterti la polvere dai sandali di evangelica memoria, e andare avanti per la tua strada.

Perchè la strada è difficile.
E io voglio accanto soltanto persone di valore.

Annunci