di Calexandrìs

SLIDING DOORS

Il mio cuore ha porte scorrevoli.

Basta starmi vicino per un po’ di tempo, con dedizione, attenzione e amore e le porte del mio cuore si spalancheranno.

Per farle richiudere non basterà allontanarsi: occorrerà anche stare lontani, per molto tempo.
Perché a ogni accenno di movimento, anche involontario verso di me, le porte tarderanno a richiudersi, o si riapriranno immediatamente.

Per questo chi entra è pregato di rimanere.
O di andarsene in un modo così definitivo che sia un lutto, che possa stracciarmi le vesti, sporcarmi il volto di cenere, tagliarmi i capelli e poi – passato questo dolore – ritornare a sorridere.

Per questo odio chiunque si affacci e poi si ritragga in preda ad altri pensieri, o sgomento da ciò che si è intravisto dalle porte.

Anche io, a modo mio, apprezzo la spietatezza.
Ne ho bisogno, per non rimanere in attesa, vana, di un ritorno.

Annunci