di Calexandrìs

QUANTO COSTA?

Indago, stasera, tra me e me, sui prezzi che sarei disposta a pagare per ottenere cose belle e piacevoli nella mia vita.

Per esempio quanto sarei disposta a pagare per una storia d’amore che mi dia serenità?
Non una di quelle che ti strappi i capelli, intendiamoci; una storia normale, che ti faccia sorridere spesso.

Mi piacerebbe sapere qual è un prezzo ragionevole per una cosa così.
Per esempio per una storia così potrei lasciare la mia casa, forse anche la mia città; ma non farei mai la pendolare. Mi rendo conto che è una cosa stupida, ma io non vorrei vivere una vita in cui mi devo alzare alle cinque per andare a lavorare: l’amore si consumerebbe in due settimane, e rimarrebbe il rancore, la stanchezze, il malumore.

Perchè c’è un limite oltre il quale noi non siamo più noi; e allora recitiamo una parte, e poi ci stanchiamo, il nostro io per non morire soffocato bussa violentemente alle porte del nostro cuore e mandiamo tutto all’aria: ecco cosa è capace di fare un io che non respira.

Io potrei rassegnarmi a cucinare e mangiare in modo regolare due volte al giorno, ma non rinuncerei nemmeno a uno dei miei mille fischia libri per amore; e lasciatemi tempo ogni giorno per leggere, perché preferisco restare digiuna piuttosto che non leggere.
In cambio ti do, che ne so? le vacanze in montagna; ma tu dammi una libreria ampia e un lavoro vicino a casa che se non dormo divento insopportabile.

Ecco, io sono una che fa di questi calcoli, e probabilmente questo significa che non ho mai amato nessuno con il cuore completamente aperto, perchè il cuore completamente aperto non fa calcoli ma versa soltanto amore e basta.

Però – io credo – anche il cuore di chi ama davvero si chiude dinanzi a un prezzo irragionevole da pagare.
Ma quanto è un prezzo ragionevole per viver sereni?

Annunci