di Calexandrìs

SORPRESA!

Ci sono giorni che iniziano sotto una pessima luce, in cui ti aspetti fini e lacrime, e dolore e sofferenza.

Allora ci entri dentro in punta di piedi, che non sai se avrai mai la forza di uscirne.

Poi, all’improvviso, ti trovi davanti una donna giapponese che con accenti marziali ti incita a smetterla con le menate e a fare il primo passo, a metterti in prima fila, a smettere di aspettare che qualcuno faccia qualcosa per te, dal momento che puoi farlo tu.
Poi, all’improvviso, ti rendi conto che le questioni di principio hanno un peso pari a zero rispetto a quello della realtà.
Poi, all’improvviso, ti rendi conto che hai letto un sacco di libri e forse non sai vivere, e che vivere a volte è più semplice di come tu creda o abbia sempre creduto, perché questa vita ha a che fare con il sole, il cibo, le risate, il teatro, la musica, il ballo.

Così capisci che le cose concrete, quelle che puoi toccare leccare annusare, hanno un fascino che nemmeno tutta la letteratura del mondo potrà avere, perchè esistono.

E così – sorpresa! – ti accorgi che non importa avere ragione, o essere nel vero, o fare un ottimo ragionamento, ma basta che funzioni.

E funziona.
Funziona, se Dio vuole.

Annunci