di Calexandrìs

PRIMAVERA

In primavera mi si strappa l'anima, che cerca di fiorire.

Mi guardo intorno in attesa di segni che mi confermino che arriverà, oltre a quella della natura, anche quella del cuore.
Sento il sangue che scorre veloce, e osservo il vuoto dei miei campi, desolato.

Vorrei uscire per farmi benedire dalla luce del sole; vorrei andare davanti al mare per stare a piedi nudi.

Vorrei, più di tutto, riempire questo vuoto che mi inghiotte, un giorno alla volta.

Annunci