di Calexandrìs

A VOLER ESSERE PRECISI

Il fatto è che sono già partita, anche se non è detto che io parta.

Immagino già la casa, le nuove abitudini, le nuove strade.
Immagino il sole che entra da un'altra finestra.
Immagino l'odore di un altro fiume.
La cupola di un'altra città.
Immagino di sentire un altro accento, e di perdermi per vie complicatissime, mai parallele.

Ora i casi sono due:
o riesco a forzare così tanto il destino che tutta questa immaginazione diventerà realtà, o la smetto immediatamente prima di crederci così tanto che una delusione sarebbe troppo dolorosa.

Annunci