di Calexandrìs

AMORE?

C'è una mia amica che ha una storia.

Si vedono da un mesetto abbondante, tre-quattro volte a settimana.
Dormono insieme, ovvio.
Passano i finesettimana insieme.

Ma, dice lei, non sono insieme.
Perché lui non vuole impegno, non vuole una storia.
E, aggiunge, perchè è appena uscito da una lunga storia (convivenza annessa) di dodici anni.
Così non è pronto, non vuole soffrire, non vuole impegnarsi, ecc. ecc.

Lei è una molto maschile, si prende quello che vuole, nella vita e nel sesso.
Eppure ragiona come le donne.
Lui la vuole ma non completamente, e lei, da brava mammina, gli trova le gisutificazioni, o avvalla le sue, che poi è lo stesso.

Io la ascolto e, stranamente, taccio.
Taccio perchè mi ricorda molte cose che ho pensato, detto, urlato io.
Ma so che non è vero.

So che se si incontra l'Amore non ci sono mogli mariti convivenze figli chilometri anni soldi che possano fermarlo.
So che se ti innamori con tutte le maiuscole del caso non c'è trauma non c'è difesa.
Tutto viene spazzato via da uno sguardo, tutto, compresa l'ex convivente e il cuore ammaccato.

Dove c'è riserva (e io ne conosco almeno duemilatrecentoquattro di riserve, e le ho usate tutte) non c'è amore.
Dove c'è amore non ci sono ostacoli.
(e si può partire anche per l'Australia domani mattina, no? ;-))

Ma io, no, non ho il coraggio di dirglielo, anche se la vedo sempre più triste, e più magra, e con le occhiaie più profonde: tutto il contrario di come dovrebbe apparire una donna felice e innamorata.

Annunci