È la filosofia, il punto

di Calexandrìs

È che ho studiato filosofia.

Sono abituata a chiamare le cose, a definirle, a dare loro un’etichetta per archiviarle.

Se trovo il nome di una cosa, di un’emozione, trovo il posto, e la posso mettere lì, abbandonarla a se stessa, anche.
Se non trovo il nome, invece, la cosa resta a girarmi dentro, a farmi male al cuore.
Ma se trovo il nome la archivio e posso passare oltre.

È che la filosofia ti insegna a pensare, a mettere le cose sotto nomi di categoria, ad affrontare razionalmente.
A minimizzare il cuore, a fronte del cervello.

Poi c’è il fatto che quando capisci le cose non ti fanno più paura, che quando le hai chiamate puoi guardarle in faccia, che quando le hai categorizzate sono diventate piccole come la tua testa.

È la filosofia che mi ha salvato sempre.
Chissà se lo farà anche questa volta.

Annunci