Sulla felicità 

di Calexandrìs

Oggi un mio studente cercava di ragionare sulla felicità.

Dopo aver distinto tra felice, infelice e non felice, che già mi pare tanta roba, a un certo punto mi diceva che la felicità è un attimo solo, e in quanto tale è un attimo perfetto.

E che appena quella perfezione viene incrinata, allora la felicità scompare.

Perché, dice lui, appena non sei completamente felice non sei felice del tutto.

Io ho cercato di stare il più possibile zitta mentre loro si confrontavano su questo argomento, ma, giuro, avrei voluto abbracciarlo tantissimo.

Annunci