Decisioni storiche

di Calexandrìs

Sono uscite le domande di mobilità.

A parte che la tempistica, se possibile, è più assurda di tutti gli altri anni messi insieme, per cui chi venisse trasferito lo saprebbe alla fine di agosto per il primo settembre, e vabbè; a parte l’ultima occasione di trasferirsi su una scuola e non in un calderone assurdo, e vabbè; io non faccio domanda di mobilità.

Io, qui, oggi, ho un equilibrio.

Io qui, oggi, ho la possibilità di fare l’attrice.

Io qui, oggi, ci provo.

Perché se non si resta fino in fondo, se non si guardano mai i titoli di coda, non si saprà mai se il film può avere un lieto fine.

(Mi sposterò di nuovo, e lo farò, quando arriverà l’ora di un’altra vita. E arriverà)